gen 232012
 

Nonostante i timori dati dalla situazione economica sempre più critica, si preannuncia ricca e coraggiosa la trentunesima edizione del Bologna Festival. Il tutto grazie alla formula migliore, quella delle collaborazioni, che varcati i confini di tutta l’Emilia Romagna, coinvolgeranno  altri enti o teatri, dando la possibilità agli abbonati di assistere a concerti imperdibili. Uno su tutti, per esempio, quello che Riccardo Muti dirigerà al Pala De André di Ravenna il 27 aprile con la Chicago Symphony Orchestra, per un programma composto dalla Quinta Sinfonia di Šostakovic, Morte e trasfigurazione di Strauss e la Suite sinfonica dal “Gattopardo” di Nino Rota. L’inaugurazione sarà il 18 marzo a Bologna, col grande direttore Antonio Pappano, e l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia per l’Ottava Sinfonia di Anton Bruckner. La tradizione bolognese del Festival resterà con The Schoenberg Experience, la sezione autunnale di Bologna Festival, Il Nuovo L’Antico, traccerà un percorso tra le musiche del padre della dodecafonia e un ideale erede dell’avanguardia viennese come Wolfgang Rihm.

gen 112012
 

Tutto esaurito per la prova aperta della Sinfonia numero 9 «Dal nuovo mondo» di Antonín Dvorák e del Concerto per violino di Beethoven, diretta alla Scala da Daniel Harding l’8 gennaio 2012.

L’evento rientra nel progetto «La Filarmonica incontra la città» con cui l’orchestra, grazie al sostegno di UniCredit e UniCredit Foundation, alla collaborazione del Teatro alla Scala, al Patronato della Regione e al Patrocinio di Comune e Provincia, raccoglie fondi per le associazioni di volontariato milanesi.

L’iniziativa “Prove Aperte” alla Scala, un progetto a favore dell’infanzia, prosegue ora, sempre  in collaborazione con UniCredit. Con questa iniziativa la Filarmonica della Scala facilita l’accesso alle prove dei suoi concerti ad un pubblico che abitualmente non frequenta il Teatro alla Scala. In programma, altre cinque prove aperte dirette da grandi maestri: la prima sarà dedicata alla città, mentre il ricavato delle altre quattro sarà interamente devoluto ad altrettante associazioni che si occupano di infanzia: OBM-Ospedale dei Bambini di Milano Onlus;CasAmica; Bambini senza sbarre, e la cooperativa COMIN.

Dal 13 Gennaio sarà possibile acquistare i biglietti singoli (su Aragorn, Geticket e Vivaticket da € 5 a € 35 escluse le commissioni di servizio) per la seconda Prova Aperta, in programma giovedì 5 febbraio con il Maestro Esa-Pekka Salonen per l’Ospedale Buzzi.

Dall’8 febbraio saranno acquistabili anche i biglietti per la terza Prova Aperta di domenica 1 aprile 2012 con il Maestro Christoph Eschenbach per CasAmica Onlus, per la quarta in programma sabato 21 aprile con il Maestro Riccardo Chailly per Bambini senza sbarre e per la quinta Prova Aperta di domenica 6 maggio con il Maestro Andrea Battistoni per cooperativa COMIN.

L’iniziativa “La Filarmonica della Scala incontra la Città”, ha registrato, come detto, il tutto esaurito al primo appuntamento della Stagione 2011/2012 di domenica 8 gennaio, a conferma del valore culturale e sociale del progetto  cui UniCredit e Filarmonica della Scala lavorano per il terzo anno consecutivo e al quale i Milanesi rispondono con grande partecipazione e la generosità di sempre.

Informazioni e prevendita telefonica: 02 465 467 467 (da lunedì a venerdì ore 10-13 e 14-18)

Calendario:
5 febbraio 2012 ore 20.00 – Direttore Esa-Pekka Salonen
Prova aperta a favore dell’Ospedale dei Bambini Milano – Buzzi Onlus
1 aprile 2012 ore 10.30 – Direttore Christoph Eschenbach
Prova aperta a favore di CasAmica Onlus
21 aprile 2012 ore 10.30 – Direttore Riccardo Chailly
Prova aperta a favore di Bambini Senza Sbarre
6 maggio 2012 ore 20.00 – Direttore Andrea Battistoni
Prova aperta a favore di COMIN
gen 102012
 

Giovedì 12 gennaio alle ore 21 al Teatro Politeama Pratese, si terrà il concerto della Camerata Strumentale Città di Prato diretta da uno dei più straordinari musicisti italiani, Piero Bellugi.

Il programma prevede L’Ouverture Le Ebridi op. 26 di Mendelssohn e la Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68 «Pastorale» di Beethoven.

Accanto a Bellugi, Gregorio Nardi eseguirà il Concerto in la minore op. 54 di Schumann.

La serata si annuncia come un’esperienza di notevole originalità. Piero Bellugi e Gregorio Nardi hanno infatti deciso di offrire una lettura inconsueta del Concerto di Schumann. Sarà possibile ascoltare questo capolavoro eseguito secondo le indicazione di velocità segnate dal compositore – una scelta raramente accolta dagli interpreti, che preferiscono tradizionalmente affidarsi ai tempi più comodi proposti nell’edizione di Clara Schumann.

I metronomi di Schumann trasformano il Concerto in una cupa e travolgente ballata romantica, una incalzante azione drammatica attraverso isole di fugace contemplazione. Un ascolto inedito e imprevisto di un brano altrimenti assai familiare – è un’occasione rara, resa possibile dall’affiatamento dei due interpreti, dalla loro amicizia e reciproca ammirazione.

La serata sarà trasmessa in diretta sulle frequenze di Rete Toscana Classica:
www.retetoscanaclassica.it     oppure su  FM : 90.2 – 93.1 – 93.3 – 94.6 – 97.5 – 99.3

Per prenotazioni la biglietteria è aperta dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.30

Teatro Politeama Pratese, Via G. Garibaldi, 33 PRATO
Tel. 0574/603758

gen 042012
 

E’ bello prendere, come buon auspicio, l’ottimo Concerto di Capodanno alla Fenice di Venezia, trasmesso in Eurovisione dalla RAI.

E’ bello credere che, proprio come una Fenice, il glorioso teatro veneziano – letteralmente risorto dalle fiamme – e la musica e le arti italiane potranno risorgere dal deserto culturale e politico che le sta cancellando.

Valga da insegnamento la sublime direzione del giovane Diego Matheuz, figlio di quel Venezuela che, con la musica classica, ha investito sul futuro dei bambini, che a distanza di anni riescono ad arrivare lontano, affrancati dalla miseria socio culturale alla quale sarebbero stati condannati.

Il concerto della Fenice è riuscito ad offuscare – per una volta – quello di Vienna. Iniziando con l’Inno di Mameli,  il ventisettenne Diego Matheuz ha diretto l’orchestra e il coro veneziano. L’evento è stato trasmesso in diretta televisiva dalla RAI, a partire dalle 12,20, con un repertorio operistico di Verdi, Bellini, Mascagni, Donizetti, Puccini e Ponchielli, oltre al ”Valzer del commiato” di Nino Rota. Il tenore Walter Fraccaro, applauditismo, ha eseguito l’aria ”E lucean le stelle” di Puccini, così come il soprano australiano Jessica Pratt, con la difficile aria dalla “Sonnambula” e quella dalla “Linda di Chamounix” di Donizetti. Un piacere immenso, poi, è stato ascoltare il valzer di Rota, indimenticabile grazie al film “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, che ha fatto emergere la duttilità del giovane Direttore d’Orchestra venezuelano.

Imperdibile il resto del programma, con l’aria mozartiana ”Madamina, il catalogo è questo” dal “Don Giovanni”, magistralmente eseguita dal grande basso Alex Esposito, e l’esecuzione dei pilastri verdiani ”Va pensiero” e ”Libiam”. Tutto il programma è risultato impostato nella proposta di partiture finalizzate a sottolineare la spensieratezza e alla gaiezza della ricorrenza. Emozionati ed emozionanti, per finire, gli immancabili auguri per il 2012 del Direttore d’orchestra a tutto il mondo.

Unico neo: il taglio del “bis” concesso al pubblico in sala, e negato, senza pietà, dalla ripresa Rai, che doveva programmare la pubblicità prima del Telegiornale. Un vero peccato, che ha fatto arrabbiare molti telespettatori. In ogni caso, grazie, mamma RAI, per avere coprodotto e mandato in onda questo evento: pagherò volentieri il canone, quest’anno, per questo spettacolo. Certo, se ne avessimo di più, di musica così, saremmo ancora più felici. La RAI è stata per decenni il fattore unificante ed edificante della cultura e della lingua italiana: ci piacerebbe molto che potesse tornare a ricoprire il suo vero ruolo. L’augurio è, che, anch’essa, rinasca dalle ceneri, come La Fenice.

dic 222011
 

E’ stato inaugurato a  Firenze il nuovo teatro del Maggio con un imponente concerto-evento diretto dal maestro Zubin Mehta. Dopo soli due anni dall’inizio dei lavori la nuova casa del Maggio Musicale è stata consegnata alla città, nella centralissima zona del Parco delle. All’evento hanno partecipato 1800 gli spettatori che hanno voluto ringraziare l’Orchestra e il coro del Maggio con una standing ovation finale. In programma c’era la prima assoluta di una nuova pagina composta da Sylvano Bussotti proprio per l’occasione, Gegenliebe, e due pagine beethoveniane: l’ouverture Leonore n.3 e la Nona Sinfonia.

All’evento hanno partecipato molte personalità del mondo della politica, dello spettacolo e della cultura.

La costruzione del Nuovo Teatro si deve allo stanziamento dei fondi per i 150 anni dell’unità di Italia e rimarrà aperto fino al 1° gennaio 2012, dopo di ché subirà una chiusura, si spera momentanea per l’ultimazione dei lavori, per i quali comunque mancherebbero all’appello altri 100 milioni di Euro. Si spera quindi che – anche in seguito alle inchieste aperte dalla magistratura per gli appalti e la lievitazione dei costi, il teatro possa riaprire come previsto a Novembre con la Turandot di Puccini per la regia di Zhang Ymou.

dic 222011
 

PROVA APERTA DIRETTA DA ESA-PEKKA SALONEN A FAVORE DI OBM ONLUS

Domenica 5 febbraio 2012, alle ore 20, l’orchestra suonerà sotto la direzione del Maestro Esa-Pekka Salonen sul palco del Piermarini, a sostegno di OBM Ospedale dei Bambini Milano – Buzzi Onlus.

Con il critico musicale Angelo Foletto, il Maestro Salonen introdurrà la prova guidando il pubblico alla scoperta dei brani in programma: Una notte sul monte Calvo di Musorgskij, il Concerto per violino e orchestra di Salonen, con la partecipazione della violinista Leila Josefowicz, e Le sacre du printemps di Stravinskij.

Oltre a rappresentare un’importante opportunità per assistere a prezzi contenuti e in anteprima alla messa a punto di un grande concerto, le Prove Aperte costituiscono anche una concreta occasione di solidarietà: l’intero ricavato di questa prima serata, infatti, sarà devoluto a favore di OBM Ospedale dei Bambini Milano – Buzzi Onlus per il miglioramento dell’assistenza offerta a bambini, donne e famiglie che si rivolgono all’Ospedale.

La Filarmonica della Scala, in collaborazione con il Main Partner UniCredit e con UniCredit Foundation, rinnova dunque il tradizionale sostegno nei confronti delle associazioni non profit, offrendo la possibilità di organizzare alcune Prove Aperte dei concerti in programma per il 2011/2012, stagione che segna il trentesimo anniversario della Filarmonica della Scala.

Quest’anno l’iniziativa  è rivolta a enti milanesi che si occupano di infanzia, per contribuire ad aiutare bambini in difficoltà e per lanciare un messaggio di sensibilizzazione su questa urgenza sociale. Il calendario delle Prove Aperte prosegue fino a maggio con altri tre appuntamenti in favore di altrettante associazioni: CasAmica onlus (domenica 1 aprile),  Bambinisenzasbarre onlus (sabato 21 aprile), Cooperativa Comin (domenica 6 maggio).

Biglietti: da 5 a 35 euro (esclusi i diritti di prevendita)

dic 132011
 

RingNotes, le nuove suonerie per iPhoneE’ disponibile presso tutti gli Apple Stores una nuova applicazione per iPhone, “RingNotes”. Si tratta di nuove suonerie create utilizzando tecnologie digitali all’avanguardia, appositamente composte da uno dei nostri migliori artisti, un  giovane pianista concertista di grande talento, che, grazie alla rigorosa matrice classica, renderanno più originali, esclusivi e piacevoli gli squilli degli iPhone.L’arpa, il pianoforte, il Glokenspiel, grazie alla maestria del compositore, produrranno suoni raffinati, allegri e spiritosi, capaci di distinguersi tra le ormai abituali e comuni suonerie – sempre più o meno le stesse – che si confondono e ci confondono tra la folla: RingNotes propone moltissime melodie originali, che piaceranno sicuramente a coloro che amano la grande musica.

L’applicazione, gratuita, permetterà l’acquisto di uno o più pacchetti di circa 25 suonerie al costo minimo praticato da AppStore (25 suonerie a 79 centesimi di Euro).

RingNotes è un prodotto italiano, ideato e prodotto dalla nostra Casa discografica ClassicaViva®, il network della musica classica.

Ve ne diamo notizia con grande soddisfazione: questo prodotto è un simbolo della profonda sinergia tra le nostre attività (quella informatica, di New Problem Solving S.r.l. , l’azienda che ha creato ClassicaViva e ne costituisce l’anima tecnologica, e quella musicale, per l’appunto ClassicaViva, che si coniugano e fondono nei nostri siti web e, soprattutto, nel nostro studio di incisione, dove sono state create le nuove suonerie).

Di seguito, i nostri primi video promo, in italiano e in inglese, che lanciano il prodotto con lo slogan Ring different.

dic 092011
 

Sarà conferito oggi, con una cerimonia di gala presso la sala della Protomoteca del Campidoglio a Roma, il Premio Cartagine 2011, al Maestro e Compositore Giuseppe Devastato. Il prestigioso premio, relativo alla sezione musica è stato assegnato per i meriti acquisiti dal Maestro in qualità di pianista e compositore oltre ché per gli indiscussi meriti umani nel prodigarsi per la divulgazione della musica colta.Il premio è stato vinto dal Maestro Devastato anche per la sensibilità mostrata nelle sue esecuzioni, che sempre manifestano una spiccata sensibilità e un profondo amore per la vita.

Il suo pianismo ha come peculiarità il modo di toccare la tastiera del pianoforte cercando di imitare la voce umana rifacendosi all’arte del bel canto tramandata dalla Scuola Pianistica Napoletana.

Ospite fisso dal 2002 al Festival di Ravello dove ha eseguito l’integrale delle Sonate e Variazioni di Beethoven per Pianoforte e V.Cello in Duo con Silvano Maria Fusco e collaborato con Orchestre quali la Filarmonica di IASI, Orchestra Sinfonica de Estado de Mexico, Venus Chamber Orchestra di Sofia, State Academic Orchestra di Kiev e Neapolitan Chamber Orchestra of New York.

Per meriti artistici, riguardo la rivalutazione del repertorio legato al 700 Napoltano, nell’aprile 2008 gli è stato conferito la carica di Artistic Adviser dalla Neapolitan Music Society of New York alla presenza del Governatore di New York Mario Cuomo e Lady Matilde Cuomo.

A seguito di una fortunata tournèe in Spagna, la Fundaciòn Eutherpe lo ha delegato Manager della stessa per favorire gli scambi culturali tra Italia e Spagna.

Attivo come compositore ha ricevuto il premio “Verzari giovani” nel dicembre 2008 come miglior giovane compositore attivo per la sua produzione, premiato dal Soprano Mariella Devia ed il pianista Bruno Canino ha seguito la composizione “Hommagè a Mozart”.

Incide per la Warner Chappel Music, CamOriginalSoundTracks, Classica Viva e registrato per emittenti televisive e radiofoniche in Italia, Europa e America.

Per la caratteristica del suo tocco pianistico è stato chiamato ad incidere per molte colonne sonore cinematografiche dove molti compositori gli hanno dedicato le loro composizioni.

Si esibisce con artisti di fama mondiale e nei teatri più importanti d’Europa, Teatru Manoel (Malta), Sala Villanueva (Mexico), Auditorium de Leon (Spagna), Skyrball Center di New York (USA)., Auditorium Parco della Musica di Roma (Italia), Filarmonica di Stettino (Polonia).

Ha registrato un nuovo lavoro discografico “The Neapolitan Masters” dedicato alla musica dal 700 al 900 napoletano, a tal proposito nel 2012 presenterà il disco in Europa e America toccando le capitali culturali più importanti.

Il 17 Marzo 2010 ha tenuto un recital presso l’Ambasciata D’Austria in Roma eseguendo il “Largo” di Pergolesi in World Premiere in occasione del Trecentenario della nascita del G.B. Pergolesi.

Il 9 Giugno 2011 è stato invitato dall’Istituto di Cultura di Cracovia a rappresentare l’Italia nell’ambito del 150° anniversario dell’Unità d’Italia tenendo un concerto presso l’Auditorium di Olkutz – Polonia, inaugurandolo per la prima volta.

Il 22 Ottobre 2011 ha tenuto un Recital nella prestigiosa Filarmonica di Stettino (Polonia)

per la settimana della Cultura Italiana nel Mondo, grazie all’invito del Console Onorario Italiano, presentando il Disco “The Neapolitan Masters” e musiche proprie.

Attualmente vive a Madrid, tenendo Master Class presso l’Accademia Musicale “Katarina Gurska” e contemporaneamente in Europa e America.

E’ impegnato come compositore per produzioni cinematografiche ed è Direttore Artistico dell’Accademia Pianistica Scuola Napoletana “V.Vitale”.

dic 072011
 

In ogni casa ormai, c’è un vecchio che ha perso il suo sguardo, rinchiudendolo dentro un mondo in cui a noi è proibito entrare. Ognuno di noi ormai, conosce la distanza di un genitore che non ti riconosce più, e che nemmeno sa di averti dato la vita.

I numeri dell’Alzheimer fanno impressione, un vecchio su tre, dicono le statistiche, se ne va prima di morire.

Questa malattia è oggi la quinta causa di morte nella popolazione anziana ed è al terzo posto, dopo le cardiopatie e il cancro, nella classifica dei maggiori costi sanitari.

È un’ emergenza sanitaria destinata a crescere nei prossimi anni con l’incremento della vita media della popolazione. L’attuale mancanza di terapie e gli elevati costi socio-sanitari necessari per l’assistenza dei pazienti rendono prioritaria la ricerca in campo medico.

Ogni passo avanti nella ricerca rappresenta una piccola speranza, e qualche passo avanti è stato fatto dall’Istituto per la Ricerca Farmacologica Mario Negri di Milano in collaborazione con l’Istituto Weizmann di Scienze.

A sostegno di questa collaborazione, il Comitato Negri Weizmann ha organizzato il tradizionale Concerto Straordinario che si terrà, quest’anno, Lunedì, 12 Dicembre 2011 alle ore 20.00 al Teatro alla Scala, con la partecipazione di Gidon Kremer, violino, Mischa Maisky, violoncello, Louis Lortie, pianoforte, accompagnati dall’Orchestra Kremerata Baltica. In programma le musiche: Arvo Pärt Fratres; Richard Strauss da Capriccio – Intermezzo; Max Bruch Kol Nidrei op. 47; Pëtr Il’ič Čajkovskij Notturno in re min. op. 19 n. 4 versione per violoncello e orchestra; Wolfgang Amadeus Mozart Concerto in mi bem. magg. n. 14 K 449 per pianoforte e orchestra; Astor Piazzolla Milonga in re per violino e archi, Michelangelo 70 per violino, vibrafono e archi.

dic 052011
 

Il violinista Fulvio Luciani e il pianista Massimiliano Motterle eseguiranno a Mantova un programma interamente dedicato alle Sonate e Partite di Bach nelle rare versioni con pianoforte di Felix Mendelssohn e Robert Schumann.

Mendelssohn e Schumann dopo più di un secolo dalla composizione della musica, rivisitarono le partiture per il pianoforte, senza toccare la parte esecutiva del violino, quasi volessero annotare a lato il loro modo, geniale, di sentire le note scritte da Bach. Una musica che i violinisti per lungo tempo vollero evitare, lasciando quasi che fossero i pianisti ad impossessarsene, un po’ come accadde con la versione della Ciaccona di Brahms e Busoni.

Il concerto si terrà nella magnifica cornice del Teatro Bibiena, domenica 11 dicembre 2011 alle ore 17, nell’ambito dei Concerti della Domenica 2011/2012 organizzati dall’Associazione Musicale Artisti in Concerto ARTI.CO. con il patrocinio della regione Lombardia, della Provincia di Mantova e del Comune di Mantova.

programma:

Le Sonate e Partite di Bach nelle versione con pianoforte di Schumann e Mendelssohn

Sonata in la minore BWV1003, versione con pianoforte di Robert Schumann

Largo – Fuga – Andante – Allegro

Ciaccona, dalla Partita in re minore BWV1004, versione con pianoforte di Felix Mendelssohn

Sonata in do maggiore BWV1005, versione con pianoforte di Robert Schumann

Largo – Fuga – Andante – Allegro

FireStats icon Powered by FireStats